SEARCH SITE BY TYPING (ESC TO CLOSE)

E-mail: info@morethanweddings.it - Phone: +39 392 7886063
ENGLISH

Skip to Content

Category Archives: Tendenze

Mete e idee per la luna di miele

Questi due anni di pandemia sono stati lunghi e impegnativi e come ben sapete ci hanno costretto a limitare vacanze e spostamenti. Vista la nuova situazione mondiale però, i viaggi sono decisamente ripresi a pieno regime e lo stesso vale per la luna di miele! Se state fantasticando sul vostro viaggio di nozze ma avete le idee un po’ confuse o vi serve qualche spunto in più, abbiamo qui quello che fa al caso vostro! Vi proponiamo alcune tra le mete più romantiche e affascinanti in giro per il mondo, alcune molto gettonate e altre più originali, lontane e vicine, insomma di idee ce ne sono davvero per tutti i gusti. Pronti?

 

EUROPA

Partiamo con il nostro continente, l’Europa, che benché a volte non venga molto considerato per i viaggi di nozze, in realtà offre delle mete davvero sensazionali. I paesi più in voga sono sicuramente quelli mediterranei. Il sole e la brezza estiva sono di certo gli ingredienti preferiti dalle nostre coppie, ma la scelta in ogni caso è ampia.

L’Italia, il Bel Paese, è una delle mete preferite soprattutto dagli stranieri, dal mare (con regioni come la Sardegna o la Sicilia) alle città d’arte (Roma, Firenze, Napoli e così via) fino ad arrivare ai meravigliosi paesaggi della nostra penisola come Toscana, Lago di Como, Costiera Amalfitana… l’elenco è davvero lungo! L’Italia, con il suo clima, il buon cibo e i luoghi mozzafiato è una meta che difficilmente vi deluderà.

Anche la Grecia è molto apprezzata, con i suoi paesaggi meravigliosi, i paesini bianchi e blu e le sue acque cristalline è la luna di miele perfetta per chi sogna il relax senza rinunciare a qualche esperienza itinerante. Alcune isole sono davvero incredibili: Mykonos, Corfù e la più romantica di tutte, Santorini.

Se cercate invece una luna di miele diversa, più avventurosa e dinamica, non dimentichiamoci della meravigliosa Scozia. Con i suoi paesaggi verdeggianti, i castelli e le coste a strapiombo sul mare offre un’esperienza davvero unica.

AMERICA

L’America è decisamente uno dei continenti più apprezzati per la propria luna di miele. Chi lo visita per la prima volta non fa solamente un viaggio, ma una vera e propria esperienza di vita.

Gli Stati Uniti sono in assoluto il luogo più gettonato dalle coppie. Le grandi città come New York, Los Angeles e Washington DC attirano tutto l’anno milioni di turisti, per non parlare degli scenari naturali mozzafiato del Grand Canyon o delle Cascate del Niagara. Le tipologie di vacanza in questi luoghi possono essere le più disparate, chiunque può trovare la luna di miele che sogna!

Ci sono poi i luoghi e i paesaggi dell’America del Sud, che conservano un fascino a sé, quasi primordiale. Visitare località come Messico, Perù, Argentina o Brasile è un’occasione unica. Scoprire gli scenari e la cultura di questi paesi lontani non potrà far altro che arricchirvi.

ASIA

L’Asia offre una varietà di luoghi e località davvero incredibile. Maldive e Polinesia sono di certo i luoghi che tradizionalmente vengono associati nell’immaginario collettivo alla luna di miele. Con la sabbia bianchissima, la vegetazione tropicale e un mare da togliere il fiato sono le mete per antonomasia del viaggio di nozze.

L’Asia offre però molte altre alternative. Meravigliose sono Thailandia e Indonesia, il cui clima tropicale si fonde con una cultura e con delle tradizioni tutte da scoprire. Molto gettonate sono inoltre Cina e Giappone, due stati che conservano un fascino tutto da scoprire. Sono luoghi con un’atmosfera unica al mondo, una magia che sa trasportare e stupire.

Ultima meta che negli ultimi anni sta diventando sempre più ambita è quella degli Emirati Arabi, con le due città simbolo: Dubai e Abu Dhabi. Si tratta di un viaggio diverso dai precedenti, con un fascino che emerge dallo sfarzo, dal lusso e dalla versatilità di queste metropoli costruite in mezzo al deserto.

Ti è piaciuto questo articolo? Lasciaci un commento per condividere il tuo pensiero.

E non mancare alla prossima pubblicazione!

Se non vuoi rischiare di perderti il nostro nuovo articolo, chiedi di ricevere Wedding Lounge, la nostra nuovissima newsletter!

Clicca qui per iscriverti!

 

Ph. credits: Foto dal web
READ MORE

Come organizzare un matrimonio eco-friendly

Le questioni ambientali, si sa, sono ormai sempre più importanti e al centro della nostra vita quotidiana. Anche il settore del wedding, così come la maggior parte delle altre attività, ha cominciato negli ultimi anni a preoccuparsi dei problemi connessi all’ambiente in cui viviamo e si è avvicinato molto a temi come la sostenibilità, il riciclo e l’ecologia. 

L’organizzazione di matrimoni eco-friendly è un’opzione ormai sempre più in voga tra le coppie che scelgono di sposarsi. Un matrimonio green, a differenza di ciò che spesso si può pensare, non deve rinunciare affatto ad allestimenti raffinati e d’effetto. Per seguire la direzione del sostenibile però ci sono alcuni accorgimenti importanti che è bene tenere a mente e considerare. Questo articolo vi darà qualche dritta per capire su cosa rivolgere maggiormente l’attenzione e vi fornirà preziosi consigli per l’organizzazione del vostro matrimonio eco-friendly. 

 

L’abito da sposa

Iniziamo con qualche idea sostenibile per il vero protagonista del giorno del matrimonio: l’abito. Care sposine, sarete contente di sapere che ci sono molte collezioni di abiti da sposa che hanno optato per la strada ecologica. 

Al Sì Sposa Italia Collezioni è stato lanciato l’hashtag #SIGREENBRIDAL, dedicato a tutte le spose con a cuore le attenzioni ambientali. L’attenzione ricade sui tessuti, naturali e innovativi come canapa e bamboo che vanno ad aggiungersi ai più tradizionali. i protagonisti sono tulle di seta, chiffon, georgette e così via, ma tutti fatti con materiali sostenibili o riciclati. 

L’assetto grafico

Se desiderate organizzare un matrimonio eco-friendly, dovrete considerare che anche tutta la parte grafica del vostro evento dovrà essere sostenibile. Per questo aspetto ci sono diverse opzioni tra cui scegliere: 

  • Carta riciclata: la scelta più comune e immediata è quella di stampare la stationery su carta riciclata, facile da reperire senza tanti sforzi. 
  • Inviti piantabili: forse non in molti sanno che esiste un tipo di carta in fibra di cellulosa con all’interno dei piccoli semini che può essere utilizzata per la creazione dei vostri inviti. Si potranno letteralmente piantare e da queste crescerà una piantina. 
  • Inviti online: in molti ultimamente optano per l’invio di partecipazioni, save the date e così via direttamente tramite email o messaggio Whatsapp, un’ottima alternativa sostenibile. 

Matrimonio plastic free

Organizzare un matrimonio eco-friendly che si rispetti include un dettaglio fondamentale: addio plastica! Per quanto ci si impegni, non si tratta di un’impresa facile. La plastica è un materiale estremamente utilizzato e sicuramente non sarà possibile eliminarlo completamente. Nonostante ciò, si possono creare ugualmente degli allestimenti plastic free senza rinunciare all’atmosfera e alla ricercatezza. 

Per un matrimonio di questo tipo sarà necessario riflettere sui vari tipi di materiali naturali utilizzabili, come legno, vetro, juta e via dicendo. Con questi, se scelti con cura e originalità, si possono realizzare degli allestimenti meravigliosi. Si cercherà di optare ad esempio per una grande quantità di candele per illuminare il ricevimento, al posto di utilizzare la luce artificiale, e anche per la tovaglia si prediligeranno fibre naturali come il cotone o il lino. 

Il menù del ricevimento

Un matrimonio eco-friendly lo si riconosce anche dal cibo che viene portato in tavola! È bene scegliere prodotti rigorosamente di stagione e a chilometro zero, valorizzando le materie prime del territorio e creando un menù semplice ma genuino. Sempre più catering ormai stanno rivolgendo la loro attenzione al green e al sostenibile e ci sono inoltre molti chef rinomati attenti al rispetto dell’ambiente. 

 

Le bomboniere

Il nostro ultimo consiglio è dedicato alle bomboniere. Le alternative sostenibili in questo caso sono davvero molte, l’importante sarà ridurre gli sprechi il più possibile e proporre qualcosa di utile. Potrete allora regalare qualche oggetto di artigianato, come una candela, un vaso o un utensile, la scelta è davvero molto vasta, oppure optare per delle piccole piantine o delle bomboniere di tipo gastronomico, magari fatte con prodotti locali tipici della zona. 

Ti è piaciuto questo articolo? Lasciaci un commento per condividere il tuo pensiero.

E non mancare la prossima settimana!

Se non vuoi rischiare di perderti il nostro nuovo articolo, chiedi di ricevere Wedding Lounge, la nostra nuovissima newsletter!

Clicca qui per iscriverti!

 

Ph. credits: Foto da Pinterest
READ MORE

Come scrivere le promesse di matrimonio

Durante la cerimonia simbolica, uno dei momenti che più di tutti preferiamo è quello delle promesse che i due sposi si scambiano l’un l’altro. Oltre ad essere molto romantico, rappresenta anche la parte più emozionante e toccante sia per la coppia sia per gli invitati (e anche per noi wedding planner!).

Spesso però le nostre coppie ci manifestano dubbi e ci chiedono consigli su come e cosa scrivere. Il momento è carico di aspettative e la maggior parte delle volte ci si chiede come fare per rendere le proprie promesse uniche e indimenticabili, evitando luoghi comuni e banalità che farebbero arricciare il naso a molti.

 

Quando scrivere le promesse

Spesso ci viene rivolta questa fatidica domanda dai nostri sposi. In realtà una risposta giusta in questi casi non esiste. Alcuni iniziano con grande anticipo, preferendo riflettere bene sulle parole e avendo bisogno di più tempo per esprimere i propri sentimenti e ciò che si vuole davvero comunicare. Altri invece decidono di scriverle “di getto”, qualche giorno prima della cerimonia o addirittura la mattina stessa, facendo confluire su carta tutti i propri pensieri senza pensarci troppo su. È una scelta dunque estremamente personale e non esiste un tempo adatto o migliore per iniziare a scrivere.

Cosa scrivere nelle promesse

Anche in questo caso, cari sposi, una risposta corretta non c’è. Ognuno è diverso, c’è chi è più portato per lo scrivere e chi meno, chi riesce a manifestare meglio i propri sentimenti e chi invece è più timido o riservato.

Il nostro consiglio qualunque siano le vostre attitudini è quello di essere più autentici e voi stessi possibile. Lasciatevi trasportare dai motivi e dai sentimenti che vi hanno condotto verso questa scelta e non abbiate paura di sbagliare o di fare figuracce!

Ispiratevi alle vostre emozioni e sensazioni, inserite ricordi, aneddoti e qualche racconto divertente per smorzare la tensione e strappare un sorriso. Aprite il vostro cuore e scrivete tutto ciò che vorreste far sapere alla persona che avete di fronte, senza troppo preoccuparvi di chi sarà presente. Vedrete che il risultato sarà assicurato e rimarrete contenti di aver condiviso un momento così intimo e speciale con le persone che più vi stanno a cuore.

 

Come scrivere le promesse

Se si guarda alla parte più tecnica della scrittura delle promesse, possiamo darvi qualche piccola dritta in più affinchè esse non risultino scorrette o noiose.

Prima di tutto un accorgimento importante va alla lunghezza. Evitate di scrivere promesse troppo lunghe, potrebbero annoiare e risultare, dopo qualche tempo, difficili da seguire sia per gli ospiti sia per il vostro partner. Inoltre leggere un testo molto lungo, in aggiunta a emozione e nervosismo, può risultare difficile anche per voi stessi.

Consigliamo la brevità e la concisione anche nelle singole frasi del testo, cercando di rileggere e evitare erroracci grammaticali (soprattutto per quanto riguarda i tempi verbali) che potrebbero risultare fastidiosi alle orecchie di molti.

Un ultimo nostro consiglio è di fare due bei respiri profondi prima di iniziare a leggere e di concentrarvi il più possibile sul vostro partner e su nient’altro. Non focalizzatevi sul celebrante o sui vostri ospiti, cercate per un momento di dimenticare dove vi trovate e di concentrarvi solo su ciò che volete dire e trasmettere al vostro amato.

E se proprio sarete troppo emozionati per leggere le vostre promesse, non disperate! Ci saranno sicuramente molti parenti e amici disposti a far trasparire con la propria voce tutti i vostri sentimenti e il vostro amore.

Ti è piaciuto questo articolo? Lasciaci un commento per condividere il tuo pensiero.

E non mancare la prossima settimana!

Se non vuoi rischiare di perderti il nostro nuovo articolo, chiedi di ricevere Wedding Lounge, la nostra nuovissima newsletter!

Clicca qui per iscriverti!

 

Ph. credits: Foto da Pinterest, Tramontina Wedding, Halo Wedding, Verona Sposi
READ MORE

Tendenze make up e acconciature 2022

Per il proprio giorno del “sì” ogni sposa desidera essere speciale e favolosa e le aspettative solitamente sono sempre alte. Se il vestito è il grande protagonista, anche a trucco e acconciatura è riservato un ruolo determinante.

Una cosa importantissima, che noi consigliamo sempre alle nostre spose, è quella di rivolgersi a professionisti del settore, che sappiano non solo capire i vostri gusti e le vostre esigenze, ma che riescano allo stesso modo a risaltare e valorizzare i vostri punti di forza e, al contrario, mascherare i più deboli.

Diamo un’occhiata allora a quelli che sono i trend più glamour di quest’anno, sia per quanto riguarda il make up, sia per l’hair style. Non è sempre facile immaginarsi il bridal look perfetto per ognuna di noi e questi piccoli consigli potrebbero esservi molto utili!

 

Trend make up

Quando si pensa al make up della sposa, la parola d’ordine è non esagerare! L’effetto wow è sempre richiestissimo, ma attenzione a non creare un effetto eccessivo e di cattivo gusto. La semplicità e un effetto natural sono punti da tenere bene a mente quando si pensa al trucco e anche le tendenze di quest’anno vertono tutte su uno stile naturale.

I trend del 2022 concentrano l’attenzione su occhi e base. Eyeliner sottili, ombretti dai toni pastello e delicati e attenzione sulle ciglia, per uno sguardo sensuale e allungato. La base si concentrerà sui punti glow, ma mantenendo sempre un effetto naturale e sobrio. Non diventa allora solo un elemento per coprire le piccole imperfezioni, ma rappresenta un modo per definire le forme del viso, senza appesantire.

Anche il tema della sostenibilità, ormai entrato a far parte del settore del wedding per molte coppie, è presente nel make up. Sempre più spose infatti scelgono linee e brand all’insegna della sostenibilità e del recycling, per essere strepitose, ma rispettando l’ambiente.

Trend acconciature

Il 2022 è sicuramente l’anno delle acconciature morbide e romantiche, prediligendo chignon con ciocche libere, capelli semiraccolti e onde leggere. Addio ai raccolti troppo strutturati, a boccoli voluminosi e acconciature rigide.

Punto fondamentale quando si sceglie il proprio hair style è quello della durata dell’acconciatura. È da tenere presente infatti che si tratterà di una giornata lunga e, spesso, calda. Per questi motivi è necessario scegliere un’acconciatura solida e che non sia difficile da sopportare per tutto il corso dell’evento.

Per quanto riguarda gli accessori, si consigliano oggetti piccoli, che impreziosiscano i capelli ma senza essere pacchiani. E attenzione alla comodità! Come accennato poco sopra, dovrete mantenere la stessa acconciatura per tutto l’arco della giornata. È fondamentale verificare allora che anche i vostri accessori non stringano o non vi creino fastidio, per evitare problemi durante l’evento.

Parola d’ordine dunque dei trend make up e hair style è la semplicità. L’effetto naturale di trucco e capelli vi aiuterà a mantenere la vostra eleganza e raffinatezza, senza però rinunciare a un effetto wow e a uno sguardo magnetico, che lasceranno a bocca aperta tutti i presenti!

Ti è piaciuto questo articolo? Lasciaci un commento per condividere il tuo pensiero.

E non mancare la prossima settimana!

Se non vuoi rischiare di perderti il nostro nuovo articolo, chiedi di ricevere Wedding Lounge, la nostra nuovissima newsletter!

Clicca qui per iscriverti!

 

Ph. credits: Foto da Pinterest, Tramontina Wedding, Mario Casati, Alex Hreniuc
READ MORE

Il Rehearsal Dinner

Proseguendo nella scia delle tradizioni americane importate in Italia, l’argomento del nostro blog oggi riguarderà il Rehearsal Dinner, ovvero la cosiddetta “cena di prova”. Si tratta della cena o aperitivo che negli USA si è soliti organizzare la sera precedente alle nozze.

Come sappiamo, in Italia ci sono ben altre tradizioni, alcune delle quali quasi opposte a questa. Di solito infatti la serata prima del matrimonio è all’insegna della tranquillità e la si dedica a familiari e amici stretti. Il Rehearsal Dinner dunque, per chi è molto tradizionalista, non rappresenta la scelta migliore.

In alcuni casi però esso è davvero importante. Noi ci occupiamo di destination wedding e molte volte dobbiamo organizzare matrimoni che prevedono l’arrivo di ospiti da zone diverse d’Italia o dall’estero e che solitamente arrivano il giorno prima del matrimonio. È proprio in queste occasioni che il Rehearsal Dinner diventa l’evento perfetto per intrattenerli anche la sera precedente. Vediamolo un po’ più nel dettaglio.

 

Chi invitare

È chiaro che il Rehearsal Dinner non è una serata all’insegna del risparmio, anzi si tratta anch’esso di un evento esclusivo, in cui musica e buon cibo sono elementi fondamentali per la sua buona riuscita. Partendo dunque da questo presupposto, non sempre gli sposi decidono di invitare tutti gli ospiti che ci saranno al matrimonio, come invece spesso accade negli Stati Uniti.

Le opzioni allora sono varie ed è possibile invitare solo alcune delle persone che parteciperanno alle vostre nozze. L’importante è scegliere con attenzione e cercare di non fare differenze. Potreste invitare solo i vostri parenti ad esempio, oppure solo il gruppo di amici a voi più vicini. Altre volte accade che ci sia solo una piccola parte di ospiti che proviene da lontano, in questo caso potreste invitare solo loro per intrattenerli la sera precedente al matrimonio.

Dove e come organizzarlo

Il Rehearsal Dinner non è, come apparentemente può sembrare, un evento semplice da organizzare, ma anzi prevede una pianificazione dettagliata e precisa. È infatti necessario calcolare gli orari d’arrivo degli ospiti, eventuali jet lag, e permettere loro di riposarsi e prepararsi con calma prima della serata.

Sconsigliamo di organizzare la cena a casa di uno dei due sposi, creerebbe solo una situazione di stress in più. Solitamente si sceglie un ristorante o un locale della zona, magari, se sarete in tanti, che abbia la possibilità di affittare un’intera stanza e che abbia la possibilità di mettere un po’ di musica.

 

Perché organizzarlo

Il Rehearsal Dinner non rappresenta solo un momento atto a intrattenere gli ospiti la sera prima del matrimonio, ma diventa anche un’occasione per gli invitati di conoscersi, parlare ed entrare in confidenza prima del giorno delle nozze. In molti destination wedding infatti gli ospiti non vivono nelle stesse zone ed è molto probabile che non si conoscano. Il Rehearsal Dinner allora diventa una sorta di cena per “rompere il ghiaccio” e far in modo che il giorno dopo la situazione tra gli invitati sia più rilassata e conviviale.

Inoltre, accade spesso che durante questa cena gli sposi e alcuni degli invitati più importanti pronuncino dei discorsi, alzandosi a turno e raccontando aneddoti, cose divertenti o un buon augurio. È un momento davvero emozionante e spesso anche estremamente spassoso. Si tratta dunque di una serata all’insegna del divertimento e della compagnia, utile per creare il giusto clima di festa e di attesa in vista del grande giorno.

 

Ti è piaciuto questo articolo? Lasciaci un commento per condividere il tuo pensiero.

E non mancare la prossima settimana!

Se non vuoi rischiare di perderti il nostro nuovo articolo, chiedi di ricevere Wedding Lounge, la nostra nuovissima newsletter!

Clicca qui per iscriverti!

 

Ph. credits: Foto da Pinterest
READ MORE

Il First Look

Come ormai molti di voi sanno, anche nell’ambito del matrimonio ci sono diverse usanze e tradizioni che sono state importate dagli States e che spesso tendono a discostarsi rispetto a quelle italiane.

Tra queste le nostre coppie straniere ne scelgono spesso una in particolare, e piano piano sta cominciando a farsi strada anche tra gli sposi italiani. Si tratta di quella che viene chiamata “First look”, letteralmente “primo sguardo”.

Come suggerisce il nome stesso, il first look rappresenta l’incontro tra i due sposi prima di vedersi in chiesa o nel luogo di celebrazione del loro matrimonio. Per le tradizioni italiane, rappresenta uno strappo alla regola, dal momento che nella nostra cultura la coppia non dovrebbe vedersi prima di percorrere la navata.

Tra le nostre coppie, in molte scelgono di fare il first look durante il loro giorno. Domani daremo l’avvio alla stagione e avremo diversi matrimoni dove ci è stato richiesto di immortalare il first look, a partire proprio da quello di questo sabato.

 

Perché scegliere il first look

Il first look è davvero un momento di estrema emozione per gli sposi. Esso si svolge solitamente in un luogo riservato e lontano da sguardi indiscreti, dove la coppia condivide qualche minuto di profonda intimità e dove ciascuno può dar sfogo alle proprie emozioni, senza doversi preoccupare degli sguardi di parenti e amici, che di solito tendono a frenare le reazioni degli sposi.

L’unica persona che, discretamente, condividerà il momento sarà il fotografo. Benché per alcuni possa essere motivo di imbarazzo, il fotografo è di certo una presenza necessaria durante il first look. Solo in questo modo sarà possibile catturare i momenti più belli ed emozionanti, con un magnifico shooting fotografico che immortalerà ogni vostra reazione.

Quando, come e dove farlo

Il first look avviene prima della cerimonia e dura all’incirca dai dieci ai quindici minuti. Infatti, una volta che i due sposi hanno ultimato la loro preparazione e il servizio fotografico, si sceglie un luogo intimo dove incontrarsi.

Regola vuole che lo sposo sia girato di spalle, in modo tale che non veda la sposa arrivare. Il momento più emozionante avverrà proprio quando si volterà e vedrà la sua futura moglie per la prima volta.

Consigliamo di scegliere un luogo suggestivo, magari tra la natura o che rappresenti un posto particolare, per voi importante. In questo modo non solo il vostro first look sarà davvero speciale, ma allo stesso tempo anche lo shooting fotografico che vi verrà fatto sarà incredibile. Una cornice incantevole infatti creerà un effetto ancora più stupefacente.

Il first touch

Tutti coloro però che vogliono rispettare le tradizioni del nostro paese e decidono di non incontrarsi prima di percorrere la navata, possono optare per una valida alternativa al first look e scegliere il “first touch”, ovvero “primo tocco”.

Considerando che durante il first look la coppia si vede per la prima volta, non è difficile capire in che cosa consista il first touch. Si tratta anche in questo caso di un momento davvero emozionante, dove i due sposi non si vedono prima della cerimonia, ma attraverso il tocco delle mani o di una spalla si trasmettono a vicenda i propri sentimenti e sensazioni. Anche in questo caso la presenza del fotografo sarà importante per immortalare tutte le vostre espressioni migliori. Così facendo si opterà per un servizio fotografico di certo meno usuale, ma allo stesso tempo carico di emozioni.

Ti è piaciuto questo articolo? Lasciaci un commento per condividere il tuo pensiero.

E non mancare la prossima settimana!

Se non vuoi rischiare di perderti il nostro nuovo articolo, chiedi di ricevere Wedding Lounge, la nostra nuovissima newsletter!

Clicca qui per iscriverti!

 

Ph. credits: Foto di Giovanna Aprili Photographer e Verona Sposi
READ MORE

Il Save The Date

Probabilmente ogni tanto vi è capitato di sentire la parola “Save The Date” per quanto riguarda l’ambito del matrimonio. Ma cosa significa? In sostanza si tratta di un piccolo promemoria che gli sposi decidono di inviare agli ospiti prima delle vere e proprie partecipazioni di nozze.

Possiamo definirlo come una sorta di reminder, contenente poche ed essenziali informazioni sul matrimonio, in modo tale che gli invitati possano già segnarsi la data sul calendario e non mancare. Quando si decide di mandare il Save The Date infatti, non si usa inserire tutti i dettagli dell’evento. La cosa fondamentale è che ci sia la data e, volendo, la location, o per lo meno la zona dove si svolgerà il matrimonio, soprattutto se si terrà lontano o all’estero.

 

Come e quando annunciarlo

Le modalità per annunciare il Save The Date del proprio matrimonio sono davvero moltissime. La cosa da tenere presente sempre quando si decide di creare il promemoria è quella di mantenere lo stile e possibilmente la palette colori che sono stati scelti per le nozze. In questo modo sarà possibile avere un corredo grafico simile anche per partecipazioni, menù, table plan e così via.

Solitamente il Save The Date viene mandato ai propri ospiti dagli 8 ai 6 mesi prima del matrimonio. È chiaramente necessario calcolare i tempi anche in base all’evento. Se si tratta di nozze in regioni diverse o all’estero, si consiglia di organizzarsi in anticipo. I vostri ospiti in quel caso non solo dovranno segnare la data sul calendario, ma organizzare viaggi e trasferte.

Proprio in questi giorni alcune delle nostre coppie, che convoleranno a nozze nel 2023, stanno cominciando a mandare i Save The Date ai loro invitati. Molte di queste infatti sono straniere e in questi casi consigliamo sempre di comunicare data e location con largo anticipo.

#1 Biglietto stampato

Il biglietto stampato o la cartolina rappresentano la versione classica e maggiormente apprezzata per comunicare il Save The Date. Sarà molto importante affidarsi a fornitori competenti, che non solo realizzino il biglietto nella veste grafica che più vi piace, ma che utilizzino una carta, più spessa del normale, e colori di qualità.

#2 Comunicazione digitale

Ultimamente ci sono molte coppie che optano per un annuncio di tipo digitale. Le vie preferite per inviare il proprio Save The Date sono per e-mail o tramite Whatsapp. In questi casi viene creato da un grafico il biglietto, ma solo in formato digitale, senza il passaggio successivo della stampa dunque. A volte le coppie decidono di allegare una loro foto o magari un piccolo video per annunciare la data del loro matrimonio.

#3 Piccoli oggetti o altre idee creative

Alcune coppie invece optano per qualche idea diversa e creativa, per sorprendere i propri invitati con un Save The Date unico nel suo genere. Anche qui le possibilità sono molteplici. Alcuni non rinunciano al biglietto cartaceo, ma lo personalizzano con formati inusuali o con scritte o immagini particolari. Altri sposi invece scelgono una via diversa, decidendo di comunicare il Save The Date attraverso dei piccoli oggetti sui quali sono riportate le informazioni utili.

Ti è piaciuto questo articolo? Lasciaci un commento per condividere il tuo pensiero.

E non mancare la prossima settimana!

Se non vuoi rischiare di perderti il nostro nuovo articolo, chiedi di ricevere Wedding Lounge, la nostra nuovissima newsletter!

Clicca qui per iscriverti!

 

Ph. credits: Foto da Pinterest.
READ MORE

Le damigelle della sposa

Quella delle damigelle della sposa e del suo entourage è una tradizione tipicamente americana che, come spesso accade, si è diffusa negli ultimi anni anche in Italia e sta diventando ormai un’usanza molto comune. Avere un proprio corteo nuziale infatti è un modo per dare importanza non solo ai testimoni, ma anche a qualche parente e amica, elevandole a qualcosa in più di semplici ospiti.

Di solito infatti le damigelle delle sposa sono persone a lei vicine, che avranno un ruolo di rilevanza non solo durante il giorno del matrimonio, ma anche in molti momenti precedenti alla fatidica data. Per questo motivo si consiglia prima di tutto di selezionarle con cura e inoltre di non esagerare, sceglierne troppe creerebbe solo confusione.

Di certo non esiste un numero stabilito, di solito le damigelle della sposa non superano le 8. Inoltre, se volete fare le cose per bene, vi informiamo che secondo il Galateo le damigelle devono essere sempre pari. Starà a voi poi decidere se seguire queste piccole regole o semplicemente scegliere chi vi sta più a cuore.

La figura della damigella però spesso non è ancora ben chiara a molti, i ruoli suoi e della sposa sono a volte ambigui. Nelle prossime righe cercheremo di chiarire alcuni dei dubbi più frequenti e delinearne meglio ruoli e funzioni.

I ruoli

Come accennato, il ruolo delle damigelle della sposa non è certo da sottovalutare, ma anzi queste avranno dei doveri ben precisi. Nelle settimane precedenti alle nozze seguiranno la sposa durante i vari preparativi, dalla scelta dell’abito, al trucco, al parrucchiere e così via, cercando di esserle sempre a fianco e di aiutarla per eventuali dubbi o richieste.

Inoltre il giorno del matrimonio saranno le prime ad arrivare e ad aiutarvi con ogni preparativo e con l’abito. In questi momenti spesso sposa e damigelle indossano pigiami o vestaglie coordinati, scelti ad hoc per l’occasione. Si tratta di momenti davvero speciali ed emozionanti, dove spesso vengono scattate foto meravigliose.

Un altro ruolo fondamentale che avranno le damigelle della sposa sarà quello di organizzare il Bachelorette Party, l’equivalente del nostro addio al nubilato. Sono proprio loro di solito a occuparsi della sua organizzazione e solitamente anche le spese vengono sostenute dalle damigelle.

Il look

Un punto fondamentale da considerare quando si sceglie di avere delle damigelle al proprio matrimonio è quello del loro look. Regola vuole che indossino abiti simili, di solito di un colore in palette con location e matrimonio. La sposa allora può scegliere se far decidere alle proprie damigelle che abito indossare, dando solo qualche indicazione magari su colore e lunghezza, oppure scegliere degli abiti sartoriali da realizzare proprio per l’occasione.

È bene fare molta attenzione alla prima opzione. Infatti è probabile che le damigelle della sposa scelgano abiti di tessuti differenti tra loro e con sfumature diverse del colore scelto. L’effetto sarebbe davvero poco armonioso.

Si consiglia allora l’acquisto di un tessuto uguale per tutte le proprie damigelle, le quali poi possono indossare modelli diversi di abiti. Così facendo non si perderà l’equilibrio di toni e colori del corteo nuziale, ma allo stesso modo ciascuna potrà indossare il taglio che più si adatta alle sue forme e alla sua fisicità.

A volte si opta per la scelta di quello che viene chiamato “infinity dress”, un abito uguale per tutte ma che viene composto e allacciato sulla parte superiore in modi diversi, così da creare, partendo da un solo vestito, abiti differenti.

Gli obblighi della sposa

Non solo le damigelle, ma anche la sposa ha verso di loro degli obblighi che è bene rispettare. Se infatti scegli di avere al tuo fianco durante il matrimonio un entourage, dovrai considerare alcune spese extra. Prima di tutto il regalo per le damigelle dovrà essere più consistente di quello che farai agli altri ospiti, per ringraziarle del loro impegno e delle spese da loro sostenute. Inoltre per quanto riguarda i costi, la sposa solitamente si fa carico anche dei loro abiti.

Oltre a ciò, ci sono anche degli obblighi morali che è necessario rispettare. Le damigelle della sposa sono persone che la stanno aiutando durante i preparativi, ma bisogna fare attenzione a cosa si chiede loro. Avanzare richieste che potrebbero metterle in difficoltà o che implichino costi sostanziosi non sono un buon modo per ringraziarle del loro tempo e dedizione, non credi?

Ti è piaciuto questo articolo? Lasciaci un commento per condividere il tuo pensiero.

E non mancare la prossima settimana!

Se non vuoi rischiare di perderti il nostro nuovo articolo, chiedi di ricevere Wedding Lounge, la nostra nuovissima newsletter!

Clicca qui per iscriverti!

 

Ph. credits: Foto dal web, Aberrazioni Cromatiche Studio, Tramontina wedding, Gianluca Precone, Mymetro Photo, Erron Ocampo Photos.
READ MORE

Le scarpe da sposa

Dalla fiaba di Cenerentola a Carrie Bradshaw, protagonista amatissima di Sex and the City, una cosa è sempre stata chiara a noi donne: l’importanza e la sensualità che rappresentano le scarpe che indossiamo. E come potete ben immaginare, un evento come il proprio matrimonio non fa eccezione, anzi la scelta delle scarpe da sposa perfette diventa uno dei dettagli più importanti di tutto il proprio outfit.

Non si tratta solo di scegliere una calzatura “bella” o di cui ci siamo innamorate, ma entrano in gioco davvero molti fattori, diversi dei quali anche logistici. Per questo motivo quella delle scarpe da sposa non è una decisione da sottovalutare o da prendere alla leggera, ma anzi è necessaria un’attenzione particolare.

Data l’importanza di questa scelta, abbiamo deciso di dedicare un intero articolo proprio a questo argomento, lasciandovi di seguito alcuni consigli e idee per indirizzarvi verso la scarpa da sposa migliore per ognuna di voi.

 

Comodità

La parola d’ordine quando si scelgono le scarpe da sposa è la comodità. Questo di certo non esclude i tacchi alti, ma è bene avere qualche accortezza e valutare i pro e i contro, optare per un modello di qualità e con cui si sia in grado di proseguire anche per molte ore consecutive. Una scarpa scomoda infatti potrebbe davvero essere motivo di stress e cattivo umore durante la giornata.

Se si preferisce invece una calzatura più impegnativa, è consigliato allora prevedere un cambio scarpe durante l’evento, magari dopo il taglio torta, per poter ballare liberamente insieme ai propri ospiti durante il party. Le alternative sono molte e diverse. Se non volete rinunciare al tacco, potete scegliere qualcosa di più basso e comodo (dai 5 ai 7 cm) – calzature eventualmente da prendere in considerazione per tutta la durata del matrimonio per chi non è abituato a indossare tacchi alti. Se si opta invece per una scarpa bassa, consigliamo un bel sandalo magari gioiello, se l’evento si tiene in estate, oppure un’intramontabile ballerina. Una bella alternativa sono anche le scarpe friulane, semplici ma sfiziose, perfette se si vuole rimanere comodi senza rinunciare ad un tocco particolare.

Stile

A volte può capitare che ci si indirizzi verso un paio di scarpe da sposa che ci piacciono, senza tenere conto dello stile e del tessuto del nostro abito e della location dove si terrà il matrimonio.

La prima regola fondamentale da tenere bene a mente è di non scegliere mai le scarpe da sposa prima del proprio vestito, a meno che non si abbiano davvero le idee chiare sullo stile di entrambi. È bene infatti far in modo che l’abito e la calzatura siano in linea con un determinato tipo e idea di outfit. Inoltre da non sottovalutare sono i tessuti e le varie tonalità di bianco. Due sfumature diverse creerebbero un brutto effetto, non trovate?

Anche la location e le aree del ricevimento sono importanti, per evitare di sporcare le proprie scarpe o di rovinarle a causa del tipo di pavimentazione. È comunque sempre consigliabile munirsi di salvatacchi per evitare spiacevoli inconvenienti.

In ogni caso, a prescindere dallo stile da voi scelto, suggeriamo di optare sempre per modelli eleganti e raffinati. Esagerare non è la soluzione adatta, soprattutto se si parla di scarpe da sposa. Evitabili sono sicuramente zeppe e scarpe con un plateau alto, che di certo non si addicono allo stile che un matrimonio e un abito da sposa richiedono.

Inoltre è possibile giocare con il colore per dare un tocco in più al proprio outfit, ma anche qui con molta attenzione. Se si vuole optare per una scarpa da sposa colorata, consigliamo spesso di riprendere uno dei colori scelti per la palette del proprio matrimonio, per cercare sempre di essere in linea con lo stile scelto per l’evento.

 

Qualche idea dai migliori marchi

Qui di seguito vi abbiamo inserito qualche ispirazione di tendenza per le vostre scarpe da sposa. Di certo è bene stabilire un budget prima di iniziare a cercare, ci sono alcune calzature davvero molto costose ed è bene avere un’idea di quello che si vuole spendere. Molti dei brand che proponiamo sono di lusso, ma ci sono valide e simili alternative anche considerando un range di prezzo più basso. Ecco perché abbiamo selezionato di seguito alcuni dei modelli più richiesti e alla moda quando si parla di scarpe da sposa.

Jimmy Choo

Dior

Aniel Bridal

Manolo Blahnik

Casadei

Amina Muaddi

Vi proponiamo infine una calzatura davvero di tendenza, che ha spopolato molto anche per la sua versione trasparente, che ricorda la scarpa di cristallo di Cenerentola e che ha fatto sognare moltissime star e influencer. Si tratta del modello del brand emergente Amina Muaddi, stilista ormai affermata nel mondo delle calzature. Non le trovate meravigliose?

Ti è piaciuto questo articolo? Lasciaci un commento per condividere il tuo pensiero.

E non mancare la prossima settimana!

Se non vuoi rischiare di perderti il nostro nuovo articolo, chiedi di ricevere Wedding Lounge, la nostra nuovissima newsletter!

Clicca qui per iscriverti!

 

Ph. credits: Foto dal web, Hreniuc Weddings, Halo Wedding,
READ MORE

I wedding favors

Il termine “wedding favors” è entrato da un po’ di anni tra le parole nelle quali ci si imbatte quando si organizza il proprio matrimonio. Ma cosa, quanti e quali sono?

Iniziamo prima di tutto col dire che si tratta di un termine inglese per indicare dei piccoli regali destinati agli ospiti durante cerimonia e ricevimento, degli omaggi graziosi che gli sposi scelgono di riservare ai loro invitati. Spesso vengono confusi con il termine italiano, più tradizionale, di bomboniere. Non è del tutto errato, però è bene fare una distinzione. I wedding favors possono essere più di uno e sono spesso degli oggetti che sono utili durante cerimonia e ricevimento e inoltre utilizzabili anche nella quotidianità. Possiamo dire addio alle vecchie e fuori moda bomboniere e accogliere invece questa nuova alternativa, ormai sempre più comune e a dirla tutta più simpatica e accattivante.

I wedding favors si scelgono in tutta libertà, non c’è un numero o un tipo di oggetti stabilito, ma più rispecchieranno le esigenze degli ospiti durante l’arco della giornata, più saranno apprezzati! Devono essere piccoli e facili da trasportare e possibilmente rispettare lo stile e la palette del matrimonio. Vediamo insieme qualche idea.

 

La wedding bag

La wedding bag è un omaggio spesso molto apprezzato dagli ospiti. Non solo all’interno è possibile includere già delle piccole sorprese (ad esempio gel disinfettante per le mani, il programma della cerimonia, un ventaglio se fa molto caldo e così via), ma può essere utilizzata proprio come borsa per riporre i wedding favors che farete trovare ai vostri invitati durante l’arco della giornata.

Inoltre a volte, se tra i vostri ospiti sono presenti anche bambini, viene creata una wedding bag specifica anche per loro. Dentro ci potranno essere bolle di sapone, caramelle, colori e fogli da disegno per intrattenerli durante il matrimonio.

Wedding favors gastronomici

Molto spesso gli sposi decidono di includere tra i wedding favors delle piccole sorprese di tipo gastronomico. Sono un’idea fantastica, non solo lasceranno molto contenti i vostri invitati, ma permettono anche di regalare qualcosa di tipico e unico nel suo genere. Le alternative sono davvero molte e si può prendere spunto proprio in base alla zona in cui si è deciso di celebrare il proprio matrimonio. L’Italia offre davvero una scelta molto vasta, ma è importante non dimenticarsi di prediligere qualcosa di piccolo e che si riesca a conservare.

Tra le tante idee possiamo consigliarvi ad esempio un barattolino di miele o marmellata locali, una bottiglietta di olio, di aceto o di Prosecco, una dose già pronta di un drink che amate o di un particolare gin. Le scelte sono molte e state certi che i vostri ospiti rimarranno a bocca aperta!

Wedding favors utili

Un’altra idea graziosa è quella di regalare ai vostri invitati delle piccole coccole utilizzabili tutti i giorni. Molto diffusi sono le candele e i profumatori d’ambiente, oppure dei saponi naturali, piccoli vasi o dei piattini colorati. Anche qui le scelte sono infinite.

Se preferite invece un’alternativa green e ecosostenibile, molte coppie optano per dei piccoli vasetti di piante grasse, magari di varietà diverse, a volte utilizzate anche come segnaposto durante il ricevimento per arricchire ancora di più la mise en place.

Un ultimo nostro consiglio è quello di aggiungere un tocco di voi nei wedding favors. Se sceglierete di personalizzarli, con un adesivo particolare o un’etichetta scelta ad hoc magari, lascerete ai vostri ospiti non solo un omaggio utile e apprezzato, ma anche un ricordo di voi e della vostra giornata.

 

Ti è piaciuto questo articolo? Lasciaci un commento per condividere il tuo pensiero.

E non mancare la prossima settimana!

Se non vuoi rischiare di perderti il nostro nuovo articolo, chiedi di ricevere Wedding Lounge, la nostra nuovissima newsletter!

Clicca qui per iscriverti!

 

Ph. credits: Foto dal web
READ MORE
Back To TopBack To Top